Deprecated: Non-static method TplHelper::tplStyles() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/component.php on line 19

Deprecated: Non-static method TplHelper::parseColor() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/helper.php on line 24

Deprecated: Non-static method TplHelper::html2rgba() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/helper.php on line 384

Deprecated: Non-static method TplHelper::parseColor() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/helper.php on line 25

Deprecated: Non-static method TplHelper::html2rgba() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/helper.php on line 384

Deprecated: Non-static method TplHelper::parseColor() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/helper.php on line 26

Deprecated: Non-static method TplHelper::html2rgba() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/helper.php on line 384

Deprecated: Non-static method TplHelper::parseColor() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/helper.php on line 27

Deprecated: Non-static method TplHelper::html2rgba() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/helper.php on line 384

Deprecated: Non-static method TplHelper::parseColor() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/helper.php on line 30

Deprecated: Non-static method TplHelper::html2rgba() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/helper.php on line 384

Deprecated: Non-static method TplHelper::loadCSS() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/component.php on line 25
Iodio
Deprecated: Non-static method TplHelper::displayFavicons() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/component.php on line 47

Deprecated: Non-static method TplHelper::googleFonts() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/component.php on line 50

Deprecated: Non-static method TplHelper::googleAnalytics() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/kallyas/component.php on line 53
Essica Srl
Via E.Mattei, 15
35020 Maserà di Padova - ITALY
Email: essica.info@tin.it
URL: www.essica.it

Iodio

Lo iodio non esiste libero in natura, ma lo si trova come ioduro o come iodato di calcio. Lo iodio elementare è un alogeno leggermente solubile in acqua. La sua stabilità in acqua è aumentata dall’aggiunta di ioduri alcalini. È noto da oltre un secolo come valido battericida, sporicida e virulicida, ma solamente se sciolto in alcool. In tal caso è anche un buon agente contro i micobatteri. Lo iodio agisce anche contro le cisti dei protozoi e contro le spore. Il risciacquo deve essere accurato per evitare la persistenza di residui.

Lo iodio da solo è un ottimo disinfettante, ma macchia quasi tutto ed è irritante per la pelle ed altri tessuti. Perciò oggi giorno sono più usate le soluzioni di iodio complessato con carrier ad alto peso molecolare,  queste soluzioni sono dette iodofori. Il carrier ad alto peso molecolare in genere è un polimero neutro (polivinilpirrolidone, glicoli poliesteri), cioè una molecola fatta da un grande numero di atomi organizzati in una struttura ripetitiva. Il complessamento dello iodio con il carrier polimerico ha tre funzioni principali. Primo, aumentare la solubilità dello iodio, che allo stato elementare ha una solubilità molto bassa, e la combinazione con i polimeri la aumenta notevolmente. Secondo, il complesso iodio-carrier fornisce una riserva di iodio auto-regolata, poiché lo iodio resta legato al carrier finché la concentrazione di iodio libero in soluzione scende sotto un determinato livello di equilibrio. Per ultimo, l’equilibrio forma libera / forma complessata mantiene basso il livello di iodio libero, ma sufficiente per l’eliminazione dei microrganismi. Perciò l’altrimenti tossico iodio può essere usato tranquillamente nell’industria alimentare.

Tutti gli iodofori sono prodotti con un procedimento a freddo, senza aggiunte esterne di calore. Questo processo avviene in ambiente acetico e il risultato finale del complesso ha pH circa 3 in relazione al carrier impiegato. Alcune formulazioni contengono anche acido fosforico e sono prodotte principalmente per l’industria casearia dove l’aggiunta di acidi aiuta a disciogliere i depositi di calcio derivati dal latte. Le formulazioni per alimenti, invece, non contengono acidi aggiunti, garantendo una più facile maneggiabilità del prodotto, in queste lo iodio è legato  a tensioattivi non ionici che abbassano la tensione superficiale dell’acqua favorendo la solubilizzazione dello iodio e stabilizzandolo. L’immersione per 10 minuti in una concentrazione di iodio libero di 12,5 ppm uccide la maggior parte dei microrganismi presenti sull’attrezzatura. Una tale concentrazione ha un colore marrone scarico, utile per valutarne l’efficacia; se la soluzione perde colore, non contiene abbastanza iodio libero. Quando lo iodoforo viene diluito in acqua fredda si forma un equilibrio fra la forma libera (misurabile) e quella legata, lo iodio libero raggiunge subito il suo massimo e poi inizia a calare. La WestAgro Inc. of Kansas City, MO, il fabbricante dei principali iodofori reperibili in commercio, indica come quantità massima di iodio libero (che uccide i microrganismi) raggiungibile in acqua di 75 ppm, non c’è quindi nessun vantaggio a usarne di più.

Caratteristiche:
Compatibilità:
Stabilità e sicurezza:
Modalità e concentrazioni d’uso:
 
Attività microbicida
Buona efficacia
Meccanismo d’azione
Penetrazione attraverso la membrana cellulare, successiva alogenazione delle proteine cellulari e loro precipitazione
pH
Moderatamente acido, graduale inattivazione man mano che il pH aumenta (alcalinità)
Sostanze organiche
Parziale inattivazione
Temperatura
Molto attivi  a temperatura ambiente; corrosivi oltre i 45°C e inattivi oltre i 50°C
Concentrazione d’uso
 10-70 ppm
Tempo
 10-30 minuti, poi risciacquo